Eccoci all’ultimo post prima della meritata pausa estiva!

Condividiamo oggi coi nostri affezionati lettori il metodo Fairplace per “staccare la spina” e tornare a settembre riposate, cariche di energia e pronte a nuove sfide!

Per Sara M.  “staccare la spina” significa dedicarsi alla cura di sè e della propria nuova casa. Recuperare il tempo per stare con amici e famiglia. Soprattutto ricevere, nel senso di non pianificare ed organizzare, lascerà andare la presa vivendo il flusso delle situazioni che arriveranno. Il setting c’è: piscina, casa, lago.

Per Alessandra “staccare la spina” significa mettere in stand by la cartella “lavoro” e riattivare quelle di “lettura”, “sole/natura”, “sonno pomeridiano”.  Il proposito è quello di non indossare l’orologio, non puntare la sveglia e disconnettersi da internet/social per almeno un’ora al giorno: ce la farà la nostra Iphone Addicted?

Per Sara C. “staccare la spina” è sinonimo di viaggi con famiglia e amici, in estate soprattutto è sinonimo di MARE MARE MAREEEEEEEE! Non vede l’ora di abbronzarsi, fare tuffi e aperitivi al tramonto, sempre con la sua super monella alle calcagna J

Per Sonia “staccare la spina” vuol dire innanzitutto spegnere pc e cellulare aziendale (dimenticandoseli proprio!) per dedicarsi totalmente alla “professione mamma, moglie, figlia”, ma non solo! Il suo programma per il mese di agosto? Passeggiate in montagna e in campagna per ossigenarsi polmoni e cervello, nuotate in piscina e al mare, ma anche riposo, il tutto condito con buon cibo e buona compagnia, senza il pensiero di orari e scadenze da rispettare, per tornare al lavoro rigenerata e ricaricata con le giuste energie positive.

Per Anna “staccare la spina” è alzarsi senza sveglia e non avere orari… godersi il suo splendido mare: nuotate, gite in barca e serate tra aperitivi e discoteche con gli amici di sempre!

Per Laura “staccare la spina” vuol dire non puntare la sveglia e scegliere di fare quello che la fa stare meglio senza orari e senza troppe limitazioni. Vuol dire godersi le persone a cui vuole bene organizzando piacevoli momenti in compagnia. Vuol dire partire, spegnere il cellulare e i cattivi pensieri per godersi i posti che si visitano e le persone con cui li scoprono. Vuol dire godersi il sole, il mare, la tintarella e ricordarsi che la vita è fatta anche di piacere.

E voi cari lettori, come vi ricaricate la batterie?

Il Team di Fairplace vi dà appuntamento a Settembre con nuovi post di approfondimento e tante novità.

 

TeamEstate

 

 

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share This