Iniziamo col fare chiarezza su cosa intendiamo per “vocazione” e “motivazione”, parole ormai nell’uso comune abbinate ai più svariati ambiti.

La vocazione, dal latino “chiamare”, è una particolare sensibilità verso un tipo di vita per il quale si ha un trasporto naturale: la si pensi in ambito religioso (“seguire la chiamata”), filosofico (sentirsi parte di un progetto universale) ma anche professionale: cosa mi piace fare? cosa mi riesce bene?

Se, come dice Stendhal “La vocazione significa avere per mestiere la propria passione”, sarebbe auspicabile che i giovani si impegnassero a scoprire cosa li rende realmente felici, distinguendo tra ciò che si fa per passione da ciò che si fa per convenienza.

La motivazione (parliamo di motivazione intrinseca) per noi, come per il professore-psicologo Drew Westen, è “La forza motrice che porta un individuo a comportarsi in un determinato modo al fine di raggiungere uno scopo”: la motivazione risiede quindi all’interno di ognuno di noi e non è attribuibile dall’esterno.

Quali dunque le motivazioni, le leve motrici delle nuove generazioni, che appaiono spesso prive di chiari obiettivi per il futuro e immersi in una realtà liquida e virtuale, nella quale già sopravvivere e stare a galla è una sfida?

giovani.motivazione

Se è vero che alla vita adulta si arriva attraverso il lavoro, cioè con la capacità di rendersi autonomi finanziariamente, è altrettanto vero che il lavoro, sempre più indefinito, ha –oggi più che mai- tutte le ragioni per essere espressione delle “vocazioni” di ciascuno perseguite e confortate dalle “motivazioni” che possono emergere solo con un lavoro su sé stessi e con la costante e curiosa esposizione a stimoli nuovi.

Cosa possiamo quindi suggerire ai giovani per far si che trovino la loro strada, diventino adulti e traggano piacere e soddisfazione dalla loro attività?

  1. -Fermati e prenditi del tempo dalle tante attività quotidiane per pensare a che cosa vuoi fare.
  2. -Leggi libri, saggi, riviste, blog… e tieniti informato e aggiornato.
  3. -Partecipa a laboratori, conferenze, seminari, corsi di formazione e confrontati con gli altri.
  4. -Viaggia, esplora la tua curiosità attraverso la conoscenza dell’altro e le diverse culture.
  5. -Ascolta e accogli i suggerimenti e gli stimoli che arrivano da chi ti sta vicino e cercane di nuovi al di fuori della tua cerchia di relazione.

Non sai da dove inziare? Inizia a darti degli obiettivi a breve termine, per esempio: cosa posso fare oggi, quale obiettivo mi do’ per questa settimana? Fai dei piccoli programmi e sii costante nel rispettarli!

Oggi è lunedì, iniziamo subito?

 

Invia commento

Share This