Il termine alleanza utilizzato nei  libri di storia (intesa politico-militare tra due o più stati al fine di raggiungere determinati scopi) o in politica (accordo/unione di persone che hanno interessi  comuni) è un concetto fondamentale anche nel mondo del lavoro.

L’alleato è per definizione qualcuno che è dalla nostra parte e che può aiutarci a superare gli ostacoli nel raggiungimento dei nostri obiettivi.

Anche nella ricerca del lavoro possiamo decidere di fare le cose da soli oppure avvalerci del supporto di altre persone.

Chi possono essere i nostri alleati?

Innanzitutto le persone  vicine (parenti, amici, conoscenti), che possono fornirci  informazioni utili sulle aziende che cercano personale oppure che, forti della loro esperienza, possono darci  consigli preziosi.

Non stiamo parlando di chiedere raccomandazioni né tantomeno favori.

Stiamo parlando di networking,  la capacità cioè di creare e mantenere nel tempo una rete di contatti e relazioni.

Attenzione però: ricordarsi di fare networking solo al momento del bisogno (quando voglio cambiare lavoro o quando devo chiedere un favore) può risultare insufficiente e controproducente.

“Fare rete” significa infatti, in primis, essere utili per gli altri e fare da tramite tra persone accomunate dagli stessi interessi

È un’attività che se  fatta in modo costante e sistematico ci tornerà utile al momento del bisogno: le relazioni vanno perciò coltivate con costanza, non devono essere motivate solo da ragioni utilitaristiche.

 

network1

 

Vien da sé che se negli anni siamo stati bravi nel coltivare le nostre relazioni in modo disinteressato, ne trarremo sicuramente vantaggio nel tempo in quanto avremo investito nel nostro capitale relazionale cui potremo attingere al momento opportuno.

I nostri alleati possono essere però anche gli intermediari del lavoro (APL, Società di ricerca e selezione, Cacciatori di teste) e i  referenti HR delle aziende.

Anche in questo caso è  importante dimostrarsi disponibili e collaborativi: in che modo?

Ricordiamoci di essere cordiali, dare sempre un riscontro puntuale e stabiliamo un rapporto chiaro e sereno, inoltre se possiamo essere di supporto non tiriamoci indietro;  se  ad esempio ci contattano per una posizione che non è di nostro interesse non esitiamo a fornire nominativi di altri professionisti.

Si ricorderanno di noi e al momento dovuto, se potranno, ci daranno una mano!

Buon networking a tutti!

 

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share This